Il 17-18 settembre 2019 si è tenuta la conferenza "Agricoltura e fattorie sociali: opportunità di lavoro, partenariato sociale e inclusione" per divulgare i risultati del progetto CARE-T-FARMS. L'evento è stato organizzato dal Centro di consulenza agricola filiale di Brwinów a Cracovia (CDR O / Cracovia) in collaborazione con i partner del progetto di Belgio, Spagna, Polonia, Turchia e Italia. L'evento è stato preceduto da una riunione di rappresentanti delle istituzioni partner, che si è svolta il 16 settembre 2019 presso la sede del CDR a Cracovia (maggiori dettagli sul progetto sono disponibili qui: http: //www.care-t-farms.eu).

IMG 9871

La conferenza è stata indirizzata a una vasta gamma di persone interessate al tema dell'agricoltura e delle fattorie sociali. All'evento hanno partecipato consulenti agricoli, agricoltori, studenti, accademici, residenti delle aree rurali, rappresentanti di associazioni e organizzazioni locali, nonché ospiti dall'estero, rappresentanti delle istituzioni partner del progetto.

                                    IMG 9918 IMG 9923

Durante il primo giorno dell'evento, Massimo Canalicchio (Umbria Servizi all'Impresa srl, Italia) ha presentato gli obiettivi e i risultati del progetto. Successivamente, Józefina Król e Karolina Boba (CDR O / Kraków) hanno mostrato la piattaforma formativa CARE-T-FARMS. I partecipanti hanno anche avuto l'opportunità di fare il test formativo. Nella seconda parte della giornata c'è stata una visita di studio presso la "Farma Życia" (Fattoria della vita) a Więckowice.

                                     IMG 9957 IMG 9931

La Fattoria della Vita è un centro per la residenza permanente, il lavoro, la terapia, la riabilitazione e l’attivazione professionale per adulti con spettro dei disturbi autistici. L'infrastruttura del centro comprende due edifici multifunzionali in cui le aree residenziali sono separate e fanno parte della Casa benessere Małopolski "Na Farmie Życie" a Więckowice. I laboratori terapeutici (ad es. artigianato / servizi di pubblica utilità, economia domestica, istruzione, informatica, sartoria e arte, riabilitazione, mobilità, giardinaggio, falegnameria), oltre a un ufficio e strutture economiche, fanno parte di una struttura separata, il Centro di Attività Giornaliera. L'area del centro è di 7 ettari e comprende una fattoria biologica ortofrutticola con un orto, un frutteto, un campo di mirtilli e aree ricreative e verdi. Questa fattoria bioologica è di fondamentale importanza per la "terapia verde", durante la quale adulti autistici apprendono le attività professionali di base, la cooperazione e svolgono ruoli sociali (ulteriori informazioni sulla fattoria sul sito Web sono disponibili qui: http: //www.farma.org.pl/dzialalnosc-2/farma-zycia.html).

Il secondo giorno dell'evento è stato dedicato al concetto di agricoltura sociale come approccio innovativo che consente attività agricole combinate con attività sociali, sanitarie, assistenziali o educative. Il primo concetto è stato presentato da Elżbieta Dziasek (CDR/Cracovia) sullo sviluppo del corso di formazione CARE-T-FARMS, che consiste di tre moduli: un tutor, un manager e uno specialista di fattoria sociale. Sono state spiegate le idee che emergono nel corso, ne è stata discussa la struttura in aggiunta al contesto di attività più ampie attuate nella filiale di Cracovia del CDR per lo sviluppo dell'assistenza rurale in Polonia. Aleksandra Bielińska (KPODR di Minikowo) ha quindi presentato l'importanza dell’agricoltura sociale in relazione al contrasto dell’esclusione sociale, evidenziando anche esperienze selezionate di fattorie di cura nel Voivodato di Kuyavian-Pomerania. Edward Bolak (Fattoria della Vita) ha sottolineato come il funzionamento di una fattoria debba essere adattato ai fabbisogni speciali e alle capacità delle persone con disabilità, facendo riferimento all'esempio della Fattoria della Vita. Patrycja Żurek (Fattoria della Vita), in qualità di istruttrice di giardinaggio, lavora direttamente con i partecipanti alla Farm of Life, ed ha parlato degli effetti della terapia agricola per le persone con svantaggio intellettivo, nonché per quelli con disturbi dello spettro autistico.

L'incontro si è concluso con un panel di discussione che ha incluso la partecipazione di tutti i relatori e partecipanti alla conferenza. Durante questo incontro, è stata posta l'attenzione su diverse questioni importanti dal punto di vista di ulteriori lavori sul tema dell'agricoltura sociale in Polonia. In particolare, la necessità di educare il personale di una fattoria sociale. I materiali e la piattaforma di formazione sviluppati durante il progetto CARE-T-FARMS saranno utili al riguardo.

ERASMUS it

group logos